A Cinquecento anni dalla Riforma, il Papa in visita a Ginevra segna una tappa fondamentale nel  percorso di unità con le altre Chiese cristiane, questa volta nella patria di Calvino. E insieme  indica un nuovo approccio nel rapporto tra il papato e i poteri civili in una fase storica in cui gli eventi del passato vengono  spesso rielaborati e usati nel discorso pubblico. Se  questo fa dannare gli storici di professione ( che ne lamentano il ricordo sulla base di preoccupazioni contingenti), ciò serve comunque  a mostrare visivamente la distanza che  separa  il pontificato di Francesco dal passato. 

Per farsi un’idea di che cosa significhi Calvino e i calvinisti per la storia della Chiesa cattolica basta fissare lo sguardo sui tre affreschi che  papa Gregorio XIII commissionò  a Giorgio Vasari, all’epoca l’artista più in voga per le grandi decorazioni murali, per la Sala Regia, il salone d’onore del Palazzo Vaticano destinato a ricevere i sovrani in vis...

December 3, 2016

La chiesa di San Martino  di Sarteano (in provincia di Siena) che ospita l’Annunciazione, uno dei capolavori di Domenico Beccafumi (datata 1545) , oltre ad vari esempi di arte senese al massimo livello, dal 4 dicembre 2016 diventa un museo di arte sacra. 

Pur rimanendo a tutti gli effetti un luogo di culto, una chiesa appunto.   

Grazie ad una convenzione tra il  Comune , la Diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza , (retta dal vescovo Stefano Manetti) , e la parrocchia di San Martino, approvata all’unanimità dal consiglio comunale. 

Il cambiamento è sostanziale, anche se la location dell'opera resta la stessa, e servirà a valorizzare e salvaguardare  un' importante espressione del patrimonio culturale italiano, spesso, come in questo caso, disseminato nei tanti piccoli borghi del territorio del nostro Paese. Si tratta di una intelligente sinergia tra un ente pubblico e la Chiesa, che potrebbe fare scuola.

Da ora in avanti il Comune garantisce  una fruibili...

November 23, 2016


" Alla mia mia risposta 'Insegno teologia e cinema' alcuni forse per timidezza, evitavano ulteriori discussioni dicendo: 'Teologia e cinema?. Bhe ! , interessante..."  così il padre gesuita  Lloyd Baugh , professore al Centro interdisciplinare sulla Comunicazione sociale dell'Università Gregoriana, parlava dei suoi studenti al Congresso Internazionale della Facoltà di teologia della Catalogna, nel novembre di nove anni fa.
 Forse agli studenti  sembrava strano,  ma teologia e cinema  è un binomio che si è imposto con prepotenza  negli ultimi anni ed è diventato la strana coppia toptrend su Twitter delle  ultime settimane, dopo la messa in onda della serie televisiva  SKY del premio Oscar Paolo Sorrentino "The Young Pope"  . Il caso poi è esploso all'inizio di questa settimana, data la coincidenza di temi con l'attualità delle scelte di Papa Francesco in materia di aborto.
Il fatto è che , sempre secondo padre Baugh, il ramo della...

IL  4 novembre 1918 , il “Bollettino della Vittoria” del generale Armando Diaz  poneva fine, per l'Italia, alla Prima guerra mondiale. Dieci milioni di morti rimasero sul terreno, distruzioni ,fame e ferite .

Per tre giorni ,dal 3 al 5 novembre 2016, studiosi ed esperti, si sono riuniti a Bologna, per approfondire la figura di Benedetto XV (al secolo Giacomo Della Chiesa), il papa regnate durante la Prima Guerra mondiale, il Papa che la definì un'"inutile strage" e un "suicidio dell'Europa".

I lavori - promossi dalla Presidenza del Consiglio italiana, dalle diocesi di Bologna e Genova e dalla Fondazione per le Scienze religiose “Giovanni XXIII”, presieduta da Alberto Melloni - sono stati aperti dal segretario di Stato vaticano , cardinale Pietro Parolin,  secondo cui le parole così forti di Benedetto XV sul tema della pace veramente trovano una grande eco e approfondimento nelle parole di papa Francesco.

«Papa Francesco ci ha detto che siamo nella Terza Guerra Mondiale anche se...

September 26, 2016

Scrive Luca Mercalli, climatologo, presidente della Società Metereologica Italiana, docente presso l'Università di Torino e alla Trentino School of Mangement di Trento: "L'orto è un'interfaccia, un sottile strato di contatto tra il cielo, ovvero l'atmosfera, e la terra, ovvero la litosfera,il suolo".

L'orto è stato il grande protagonista del Salone del Gusto di Torino , dedicato alla Terra Madre, che si é svolto dal 22 al 26 settembre 2016, e che per cinque giorni è stato un evento mondiale, aperto dal Presidente della Repubblica  Sergio Mattarella.  Proprio a Mattarella il fondatore di Slow Food Carlo Petrini, ha lanciato una proposta: "Vorrei che ci fosse un orto al Quirinale, ma un orto vero che possa servire agli ospiti che vanno dal Presidente e alle scuole che visitano il palazzo che, per citare il suo predecessore Carlo Azeglio Ciampi, deve essere la casa degli italiani".

Un ritorno all'agricoltura e l'orgoglio e la dignità per chi coltiva la terra: "L'orto nella no...

Un ragionamento sottile degno della mente  di Ratzinger.  Esposto in modo piano e veramente umile, con una voce sommessa , quasi un vento leggero. Benedetto XVI  confessa al suo biografo Peter Seewald  nel libro- testamento da questa mattina in distribuzione in edicola con Il Corriere della Sera e in  libreria per i tipi di Garzanti ( "Ultime conversazioni" ) che l'attitudine di governo non è probabilmente il suo dono, ma che allo stesso tempo non sente e non giudica il suo pontificato  un fallimento. Potrebbe sembrare ma non è una contraddizione. Tanto che afferma di aver deciso di lasciare il suo ministero, soltanto nel momento in cui i gravi problemi emersi in Vaticano e nella Chiesa  ( finanze, corruzione, IOR, pedofilia, lobby gay) erano stati  da lui affrontati, e impostati  organicamente , nella loro soluzione. Benedetto XVI  insomma rivendica a se'  il fatto di aver preso tutta una serie di decisioni storiche,  non solo quella della rinuncia....

Rodney Stark , “Bearing False Witness”, maggio 2016, Templeton Press

(pubblicato su “IL FOGLIO", giovedì 16 giugno 2016, “Dall’Inquisizione a Pio XII come smontare i miti che hanno alimentato la storiografia anticattolica”). Adesso è disponibile l'edizione italiana edita da Lindau "False Testimonianze")

Come sappiamo tutti e come molti dei nostri migliori libri di testo  per scuole di ogni ordine e grado hanno argomentato per decenni, l’Inquisizione è stata uno dei capitoli più terrificanti e sanguinosi della storia occidentale, Papa Pio XII era antisemita, e  soprannominato giustamente “il Papa di Hitler”, e il Medioevo, meglio noto come i Secoli Bui,  ha bloccato il progresso della conoscenza umana, cui ha posto rimedio  solo lo spirito secolare dell’Illuminismo. 

Allo stesso modo, le Crociate sono state il primo esempio  storico di un Occidente e di una Chiesa rapace di ricchezze e potere. 

Ma che cosa accadrebbe alla consapevolezza della gran massa dell’op...

(pubblicato  il 30 aprile 2016, "Il Foglio" con il titolo "Sull’immigrazione Collier pone quesiti irriverenti a Merkel e Francesco")

" I nostri cuori ci stanno portando fuori strada sulla crisi dei rifugiati”. “Non indurre in tentazione: i leader politici e religiosi dell’Europa devono ricordare questo principio morale fondamentale”. Un approccio totalmente controcorrente rispetto alla melassa retorica che a ben guardare, secondo Paul Collier, è anche il modo più miope ed egoista per gestire il problema dell’immigrazione senza risolverlo, anzi aggravandolo, seppure mettendosi la coscienza a posto con qualche gesto di bontà.

“Le lacrime non bastano”, ha titolato in copertina a tutta pagina il magazine cattolico inglese Catholic Herald, proponendo una lunga e articolata analisi di Collier, professore di Economia e Politiche pubbliche alla Blavatnik School of Government dell’Università di Oxford, uno dei massimi esperti mondiali sul problema delle migrazioni e autore dello studio...

March 15, 2016

(update di  quanto pubblicato il 29 febbraio 2016 su Formiche.net)

E sì, è la rivincita del giornalismo, l’Oscar come miglior film a “Il caso Spotlight”. Ma direi del “ vecchio” giornalismo d’inchiesta. Quello che non si basa sui “Big data” o sui “leaks” consegnati in pacchi, scatoloni, o dossier, da più o meno interessate gole profonde interne a giochi di potere di cordate attive nell’Istituzione (in questo caso la Chiesa di Boston) oggetto dell’inchiesta.

Da questo punto vista “Il caso Spotlight” è un film molto diverso anche da “Tutti gli uomini del Presidente” (anche se lo ricorda ed è in qualche modo ne è come assonante) sulla famosa inchiesta di Bob Woodward e Carl Bernstein pubblicata dal Washington Post, che portò alle dimissioni del Presidente Richard Nixon.

Il "Caso Spotlight"   è la rivincita del giornalismo che racconta quello che  è , incredibilmente,  sotto gli occhi di tutti. Un giornalismo che parte dalla “decisione” di raccontare un caso, presa dall’allora nuovo...

Please reload

Altre  Sezioni
Tags
Please reload

Segui "Justout"
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon

Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers!

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com