November 27, 2016

Lunedì 7 novembre, tre settimane fa, c’è stato l’ultimo dono di Fidel Castro e del governo di Cuba a papa Francesco. Quasi un ringraziamento d’addio per il ruolo avuto dal Papa nella fine dell’embargo e nell’accordo con gli Stati Uniti, poco più di un anno fa e in generale per la benevolenza di Francesco nei confronti dell'isola.

In risposta all’appello rivolto dal Pontefice all’Angelus, domenica 6 novembre, ai capi di Stato, in occasione del Giubileo dei carcerati, il Consiglio di Stato della Repubblica di Cuba, ha accettato di liberare 787 condannati.

Cuba è stato uno dei pochissimi Paesi ad accogliere l’invito di Bergoglio.

Lo ha annunciato il quotidiano del partito Gramma, con un box in prima pagina , aggiungendo che si trattava di un atto di clemenza per motivi umanitari. Sono state prese in considerazione le caratteristiche dei reati compiuti, la condotta tenuta durante il compimento della condanna e il tempo rimasto da scontare , come aveva chiesto il Papa. Sono stati inclusi in qu...

Please reload

Altre  Sezioni
Tags
Please reload

Segui "Justout"
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon

Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers!

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com