January 18, 2017

La storia del cyberspionaggio dei fratelli Occhionero attraverso il malware “Eye Pyramid” non è affatto finita. Quella che emerge dalle carte della magistratura è infatti un’unica centrale di spionaggio elettronico ben radicata nel nostro Paese ai danni “di soggetti tutti italiani almeno a partire dal maggio 2008”. “Il virus - si afferma in una perizia tecnica - è stato utilizzato in una massiccia e duratura campagna di attacco mirata, apparentemente gestita nel tempo dallo stesso soggetto o organizzazione”.

Infatti la prima licenza del virus (che solo un’analisi superficiale può classificare come minaccia generica, mentre in realtà ha una capacità micidiale di infiltrazione e hackeraggio) fu acquistata da una società americana già nel 2008, è stata aggiornata nel maggio 2010 ed è rimasta attiva nella stessa versione fino al dicembre 2015.

Segnale inequivocabile del fatto che Occhionero si sentiva sufficientemente al sicuro. Solo nel maggio 2014 l’ingegnere arrestato comincia a mettere i...

January 10, 2017

Non appena dati, informazioni ed atti contenuti nei server utilizzati dai fratelli Giulio e Francesca Maria Occhionero, arriveranno dagli Stati Uniti (le rogatorie sono già partite) la posizione dei due arrestati per cyberspionaggio potrebbe ulteriormente aggravarsi con la contestazione dei reati di "procacciamento di notizie concernenti la sicurezza dello Stato" e di "spionaggio politico o militare" (articoli 256 e 257 del codice penale). È quanto scrive il Gip di Roma, Maria Paola Tomaselli nell'ordinanza di custodia cautelare a loro carico nell'ambito dell'operazione "Eye Piramid".

Insomma, questa indagine - iniziata solo otto mesi fa su segnalazione del capo della sicurezza dell’Enav - non si sa ancora dove porterà, i suoi sviluppi potrebbero rivelare enormi sorprese. Si è scoperchiato un vaso di Pandora, con tecnologia 4.0. Oltre 18 mila gli account monitorati, uno spionaggio in atto almeno dal 2011 (il virus informatico è stato acquistato nel 2010): cinque o sei anni, un tempo pra...

January 10, 2017

Giulio Occhionero è legato "con gli ambienti della massoneria italiana", in quanto membro della loggia 'Paolo Ungari - Nicola Ricciotti Pensiero e Azione' di Roma, della quale in passato ha ricoperto il ruolo di maestro venerabile, parte delle logge di Grande Oriente d'Italia". Lo si legge nell'ordinanza di custodia cautelare di uno dei due fratelli arrestati per Cyberspionaggio dopo le indagini della Polizia postale. I fratelli Occhionero avevano acquistato nel maggio 2010 il malware, cioè il programma informatico Eye Pyramid, per spiare politici, uomini delle istituzioni e imprenditori, oltre che un cospicuo numero di uffici legali. Le loro attività sono andate avanti per sei anni. Tanto che gli accessi informatici illegali ai danni della mail privata di Matteo Renzi, allora presidente del Consiglio, e degli account istituzionali di Mario Draghi (presidente della Bce) e di Fabrizio Saccomanni, entrambi sui server della Banca d’Italia, sono avvenuti nel 2016.

Per quanto riguarda la vio...

Please reload

Altre  Sezioni
Tags
Please reload

Segui "Justout"
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon

Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers!

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com