A Cinquecento anni dalla Riforma, il Papa in visita a Ginevra segna una tappa fondamentale nel  percorso di unità con le altre Chiese cristiane, questa volta nella patria di Calvino. E insieme  indica un nuovo approccio nel rapporto tra il papato e i poteri civili in una fase storica in cui gli eventi del passato vengono  spesso rielaborati e usati nel discorso pubblico. Se  questo fa dannare gli storici di professione ( che ne lamentano il ricordo sulla base di preoccupazioni contingenti), ciò serve comunque  a mostrare visivamente la distanza che  separa  il pontificato di Francesco dal passato. 

Per farsi un’idea di che cosa significhi Calvino e i calvinisti per la storia della Chiesa cattolica basta fissare lo sguardo sui tre affreschi che  papa Gregorio XIII commissionò  a Giorgio Vasari, all’epoca l’artista più in voga per le grandi decorazioni murali, per la Sala Regia, il salone d’onore del Palazzo Vaticano destinato a ricevere i sovrani in vis...

November 22, 2016

Aborto, lefevriani e poveri: la misericordia di Papa Francesco continua. La Lettera apostolica, “ Misericordia et misera” firmata domenica 20 novembre il giorno di chiusura del Giubileo straordinario,estende ancora, oltre l’anno giubilare, la possibilità per tutti i sacerdoti di assolvere “ dal grave peccato di aborto”, e allo stesso modo permette l’assoluzione dei seguaci di monsignor Lefebvre. Lo ha annunciato monsignor Rino Fisichella, il regista di tutti gli eventi giubilari nella conferenza stampa in Vaticano di presentazione della Lettera .

TUTTI I PRETI POTRANNO ASSOLVERE IL GRAVE PECCATO DI ABORTO Papa Francesco scrive: “Perché nessun ostacolo si interponga tra la richiesta di riconciliazione e il perdono di Dio, concedo d’ora innanzi a tutti i sacerdoti, in forza del loro ministero, la facoltà di assolvere quanti hanno procurato peccato d’aborto” . “Come si sa - ha spiegato Fisichella - questo peccato era riservato ai vescovi che, di volta in volta a seconda delle circostanze,...

Di ritorno del suo viaggio in Armenia, Papa Francesco ha voluto precisare ed evitare confusioni, in vista della cerimonia di oggi nella Sala Clementina per il 65mo anniversario dell'ordinazione sacerdotale di Benedetto XVI, di cui  pure ha indossato lo stemma nel corso della Divina liturgia celebrata insieme al Catholicos Karekin II, domenica 26 giugno 2016 (vedi foto).

Rispondendo alla domanda di Elisabetta Piqué, de la Nacion, sua amica e biografa, che si riferiva ad alcune affermazioni del Prefetto della Casa pontificia e segretario particolare di Ratzinger, monsignor Georg Ganswein, sull'esistenza di fatto di "papato allargato" (vedi post: Una rinuncia particolare), affermazioni che in un passaggio importante sono state riproposte dallo stesso Francesco nella Prefazione alla raccolta dei discorsi sul sacerdozio che verrà donata a Ratzinger , proprio questa mattina.

Francesco ha risposto, iniziando con una certa ironia:

"C’è stata un’epoca nella Chiesa in cui ce ne sono stati...

Please reload

Altre  Sezioni
Tags
Please reload

Segui "Justout"
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon

Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers!

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com