Il VATICANO CONFISCA 25 MILIONI A FAVORE DELLO IOR



Non solo oligarchi russi. Contro il malaffare anche il Vaticano ricorre alle sanzioni.Sabato 5 marzo la Corte di Cassazione vaticana - composta dai cardinali Dominique Mamberti, Leonardo Sandri e Giuseppe Versaldi - ha applicato per la prima volta una confisca preventiva per ben 25 milioni di euro nei confronti dell’avvocato Gabriele Liuzzo, per molti anni legale de facto della cosiddetta banca vaticana, lo IOR, che ha subito gravi perdite a causa della svendita del suo patrimonio immobiliare messa in atto nei primi anni Duemila dai vertici di allora, cioè l’ex presidente Angelo Caloja e l’ex direttore generale Lelio Scaletti , e appunto dall’avvocato Liuzzo ,condannato in primo grado a otto anni e 11 mesi di reclusione (per peculato e appropriazione indebita ai danni dell'Istituto) .

Parallelamente al processo penale, l'Ufficio del Promotore di Giustizia, ( Pg Gian Piero Milano, aggiunti Diddi e Zannotti e applicato Perone), ha avviato il procedimento per l'applicazione della "confisca di prevenzione", una misura inserita nell'ordinamento vaticano con una norma entrata in vigore nel 2018 “che ha segnato la conclusione del processo di adeguamento della legislazione vaticana ai più' moderni sistemi normativi” ( si legge in una nota dello IOR ) utili per colpire patrimoni tanto consistenti quanto collegati a crimini e reati .

Le somme confiscate sono gia' state assicurate alla giustizia, essendo state oggetto di sequestri nei confronti dell’avvocato Liuzzo eseguiti sia in Vaticano ( 11 milioni ) che in Svizzera (14 milioni) .

E’stato Papa Francesco in persona a firmare la procura legale che ha permesso di bloccare l’ingente somma nella Confederazione elvetica.

Per una curiosità della storia, il grande palazzo di via della Conciliazione 10 , sede dell’Ambasciata russa presso la Santa sede , visitata dal Papa la scorsa settimana per un incontro con l’ambasciatore Adveed , e’ stato l’unico palazzo dello IOR risparmiato dalla svendita operata da Caloja, Scaletti e Liuzzo.