top of page

TORZI LATITANTE NEGLI EMIRATI. DAL18 LUGLIO PER SEI UDIENZE LA REQUISITORIA DI DIDDI.



di Maria Antonietta Calabrò



Nel corso della 60ma udienza del processo cosiddetto Sloane Ave in Vaticano e' emerso che uno degli imputati, il broker Gianluigi Torzi è stato raggiunto da mandato di cattura, ha lasciato la Londra ( base dei suoi affari, città che lo aveva visto protagonista dell'ultima parte delle vicende del palazzo di Sloane Ave acquistato dalla Segreteria di Stato vaticana ) e attualmente si trova "in volontaria latitana" ( parole usate nell'ordinanza del 26 maggio 2023 del Tribunale vaticano) negli Emirati Arabi Uniti.

Il Tribunale vaticano gli ha negato la possibilità di rendere interrogatorio in videoconferenza dagli UAE, perché quando ne aveva avuto la possibilità ( e cioè quando sul suo capo non pendeva un mandato di arresto) aveva più volte dato forfait e non si era presentato nell'Aula polifunzionale dei Musei vaticani.

Indagini "molto delicate" sulle chat Ciferri-Chaouqui.

Resterà coperta da 'omissis' la gran parte dei messaggi chat inviati a fine novembre da Genoveffa Ciferri, amica di mons. Alberto Perlasca, al promotore di giustizia vaticano Alessandro Diddi, riguardanti il rapporto con l'altra testimone Francesca Immacolata Chaouqui e il modo con cui si arrivò alla stesura del memoriale di Perlasca del 31 agosto 2020, uno degli atti d'accusa del processo sulla gestione dei fondi della Segreteria di Stato.

Il Promotore aggiunto Roberto Zannotti già nell'udienza del 25 maggio si era opposto spiegando che le chat in questione sono oggetto di un nuovo procedimento penale , il 50/22, e che le indagini "molto delicate" non saranno concluse in tempo per la fine del processo in corso. Il cardinale Becciu ha espresso il suo rammarico per la decisione del Tribunale." Si è chiesto di far chiarezza sulla vicenda di questi tre signori, mons. Perlasca, la signora Chaouqui e la signora Ciferri, che hanno detto loro stessi di aver tramato contro di me. E' una trama che hanno fatto". "Addirittura questa trama ha portato a strumentalizzare il Papa - ha aggiunto -. Si son serviti del Papa per portare avanti un piano vendicativo nei miei riguardi. Non capisco perché non si faccia chiarezza su questo aspetto".

Il Promotore Diddi infine ha depositato, come richiesto ad ottobre 2022 dagli avvocati di Becciu, il resoconto di tutti i finanziamenti erogati, tra il 2004 e il 2020 dall’Istituto per le Opere di Religione alla Segreteria di Stato.

Sei udienze a luglio per la requisitoria del Promotore di giustizia Diddi.

La prossima udienza fissata dal Tribunale, quella del 13 giugno, chiuderà la fase istruttoria con l'eventuale ascolto degli ultimi testimoni, se presenti. Il presidente Pignatone ha già fissato poi sei udienze (18, 19, 20, 24, 25 e 26 luglio) per la requisitoria del promotore di giustizia, e altre cinque (27, 28 e 29 settembre, 5 e 6 ottobre) per le richieste delle parti civili.

Da metà ottobre interverranno le dieci difese con le loro arringhe, in media con tre udienze settimanali. Dopo le repliche, si andrà a sentenza.


コメント


bottom of page