MONEYVAL: DOPO 10 ANNI, FINITA L’EMERGENZA DEI CONTROLLI ANTIRICICLAGGIO SULLA SANTA SEDE.

ORMAI FUORI DALLO IOR “I CRIMINALI”, MA IL RISCHIO VIENE DAGLI INSIDERS (con riferimento alla vicenda del Palazzo di Londra)

di Maria Antonietta Calabrò




“Tenuto conto degli elementi positivi segnalati nel Rapporto, la Santa Sede (compreso lo Stato della Città del Vaticano) sarà ormai sottomesso al processo di seguito regolare di MONEYVAL “ . Queste parole contenute nel Rapporto annuale dell’organismo antiriciclaggio del Consiglio d’Europa , nel paragrafo 2.2, chiudono ,dopo dieci anni, l’emergenza dei controlli AML/CT cui dal 2011 è stato sottoposto il Vaticano e la Santa Sede che avevano chiesto di poter entrare tra i paesi e le giurisdizioni al fine di valutare la propria aderenza agli standard internazionali seguiti all’attacco alle Torri Gemelle del 2001 .E all’adesione del Vaticano alla Convenzione monetaria europea del 2009.

D’ora in poi si procederà secondo il percorso normale di controllo.

In particolare viene messo in evidenza da Rapporto annuale che i “ controlli sul settore finanziario impediscono ai criminali e ai loro soci di sedersi al Consiglio di amministrazione dell’ Istituzione approvata dall' Autorità di monitoraggio e di informazione finanziaria (Asif) , (cioè allo IOR, la cosiddetta banca vaticana, ndr) o al Consiglio di cardinali che rappresenta il Saint Padre nella sua qualità di azionista”.

Al tempo stesso ,però, “detto questo alcuni business locali - avendo portato alla luce un rischio di abuso di sistema interno da parte di personalità di livello intermedio o superiore (INSIDERS) in vista di ottenere vantaggi personali o per altri - non sono stati debitamente presi in considerazione per la valutazione nazionale dei rischi “ del Paese. Con evidente riferimento al procedimento in corso per la compravendita del palazzo di Londra di Sloane Ave 60 da parte della segreteria di Stato.

Moneyval fa notare inoltre che le indagini per il riciclaggio di capitali condotte durante il periodo in esame ( cioè fino ottobre 2020) si sono trascinate per il lungo, in particolare per I ritardi delle risposte delle controparti straniere per l’applicazioni dell’ assistenza reciproca e una mancanza di risorse sia dei servizi giudiziari che di quella dell’ autorità repressiva ,” tutti organi che non hanno investigatori finanziari abbastanza specializzati. “

Di conseguenza, finora, “ i risultati dei tribunali sono stati modesti” ,con solo due condanne per autoriciclaggio. Ma fatti recenti viene sottolineato nella relazione su questo argomento “sono incoraggianti”.

La relazione sottolinea anche l'importanza data alla confisca di beni in quanto si tratta di un obbiettivo “ strategico”, come il illustra l'adozione nel 2018 “un quadro solido che consente di eseguire di confische in assenza di condanna” che da allora è stato usato in un caso finito sotto i riflettori della stampa ( quello della compravendita dei palazzi dello IOR, ndA) .

La quinta valutazione reciproca di Santa Sede (e dello Stato della città del Vaticano) è iniziata a fine settembre 2020 , con una visita on site degli ispettori di Moneyval che sono arrivati in Vaticano pochi giorni dopo le dimissioni del cardinale Becciu dalla carica di Prefetto delle Cause dei Santi e la perdita delle prerogative del cardinalato voluta da Papa Francesco il 24 settembre di quell’anno , e il Report corrispondente adottato da Moneyval durante la sua 61e riunione plenaria tenuta nel mese di aprile 2021.